giovedì 31 dicembre 2009

anno nuovo e la corda di violino...

Il 2010 è alle porte..
ormai è da tempo immemore che evito di fare buoni propositi...
sono solo una vana illusione di prospettiva per un futuro che all'1% potrà avverarsi...
sarà la forza del cinismo e della disillusione ma cerco di non pensare a ciò che il domani potrà portare...
da quasi 2anni tutto sembra un continuo trascinarsi...
si cerca di vedere del positivo ogni tanto, ma la cosa lampante rimane sempre che l'obiettivo prefissato è sempre più lontano...
in primis cerco di essere la scema che pensa a divertirsi,bere ed a sparar cazzate..ma infondo sò che non è così...
ultimamente penso che l'immagine che più mi si possa associare sia ad una corda di violino...
lei è capace di tirar fuori,sotto la giusta influenza,la nota più bella del mondo..ma se troppo sollecitata può solo finir spezzata...
ed è così che temo di vedermi..spezzata...sottomessa alla depressione,alla tristezza ed al frastuono di tutto ciò che mi è superiore e mi schiaccia...
sono tanti..forse troppi...i momenti che vorrei prendere a botte qualsiasi cosa abbia innanzi o scoppiare in lacrime per la più stupida delle cazzate..ma sò che non posso...
non posso perchè c'è chi è messo peggio di me, perchè nella sfiga generale riesco sempre a scamparla e perchè non voglio essere un peso inutile per chi di pesi ne ha già tanti...
infondo sono sempre una stupida donna in cerca d'attenzioni..e posso solo sperare che nel nuovo anno la tempra della mia corda possa raddoppiare per resistere al doppio delle sollecitazioni..anche se imposte da chi suonare bene proprio non sà...

giovedì 3 dicembre 2009